Qual è la differenza tra fenilefrina HCl e pseudoefedrina HCl?

Quella differenza principale tra fenilefrina HCL e pseudoefedrina HCl è che la fenilefrina HCl ha affinità primaria solo per i recettori alfa-adrenergici, mentre la pseudoefedrina HCl ha affinità per i recettori alfa e beta-adrenergici.

La fenilefrina HCl è un tipo di farmaco che viene utilizzato come decongestionante per dilatare le pupille, aumentare la pressione sanguigna e alleviare le emorroidi. La pseudoefedrina HCl, d’altra parte, è un farmaco che viene utilizzato come farmaco simpaticomimetico.

CONTENUTI

1. Panoramica e differenze chiave
2. Cos’è la fenilefrina cloridrato?
3. Cos’è la pseudoefedrina cloridrato
4. Fenilefrina HCl e pseudoefedrina HCl in forma tabulare
5. Riepilogo – Fenilefrina HCl vs pseudoefedrina HCl

Cos’è la fenilefrina cloridrato?

La fenilefrina HCl è un tipo di farmaco utile come decongestionante per dilatare le pupille, aumentare la pressione sanguigna e alleviare le emorroidi. Possiamo prenderlo per via orale come decongestionante. Può alleviare la congestione nasale, causata da raffreddore e febbre. Tuttavia, oltre ad essere assunto per via orale, è disponibile anche come spray nasale, iniezione in vena o in un muscolo e anche come unguento applicato sulla pelle.

Fenilefrina HCl vs pseudoefedrina HCl in forma tabulare

Figura 01: Struttura chimica molecolare della fenilefrina

Ci sono alcuni effetti collaterali di questo farmaco, tra cui nausea, mal di testa e ansia. Generalmente, se assunto per le emorroidi, è ben tollerato. Potrebbero esserci anche alcuni gravi effetti collaterali: rallentamento della frequenza cardiaca, ischemia intestinale, dolore toracico, insufficienza renale e morte dei tessuti. Tuttavia, il suo effetto sulla gravidanza e l’allattamento al seno non è chiaro.

La biodisponibilità della fenilefrina HCl è di circa il 38% attraverso il tratto gastrointestinale. La capacità di legare le proteine ​​è di circa il 95%. Il metabolismo di questo farmaco avviene nel fegato per deaminazione ossidativa e la sua emivita di eliminazione è di circa 2,1-3,4 ore. L’inizio dell’azione di questo farmaco è molto rapido. La durata dell’azione può arrivare fino a 20 minuti.

Cos’è la pseudoefedrina cloridrato?

La pseudoefedrina HCl è un farmaco utilizzato come farmaco simpaticomimetico. Questo farmaco appartiene alla classe dei farmaci anfetaminici. È utile come decongestionante nasale o sinusale, come stimolante, come agente di aumento della coscienza quando usato in dosi elevate.

Fenilefrina HCl e pseudoefedrina HCl - Confronto laterale

Figura 02: struttura chimica della pseudoefedrina HCl

La biodisponibilità di questo farmaco è del 100% e il metabolismo avviene tramite meccanismi epatici. L’emivita di eliminazione della pseudoefedrina cloridrato è di circa 4,3-8 ore e l’escrezione avviene per via renale nella percentuale del 43-96%.

Ci sono alcuni effetti collaterali dell’uso di questo farmaco che possono includere stimolazione del sistema nervoso centrale, insonnia, nervosismo, eccitabilità, vertigini e ansia. Inoltre, il farmaco tende ad essere controindicato nei pazienti con diabete mellito, malattie cardiovascolari, ipertensione grave o non controllata, glaucoma ad angolo chiuso, ecc.

Qual è la differenza tra fenilefrina HCl e pseudoefedrina HCl?

La fenilefrina HCl è un tipo di farmaco che viene utilizzato come decongestionante per dilatare le pupille, aumentare la pressione sanguigna e alleviare le emorroidi. Mentre la pseudoefedrina HCl è un farmaco usato come farmaco simpaticomimetico. La principale differenza tra fenilefrina HCL e pseudoefedrina HCl è che la fenilefrina HCl ha un’affinità primaria solo per i recettori alfa-adrenergici, mentre la pseudoefedrina HCl ha affinità sia per i recettori alfa che beta-adrenergici.

Di seguito l’infografica presenta la differenza tra fenilefrina HCL e pseudoefedrina HCl in forma tabellare per il confronto fianco a fianco.

Riepilogo – Fenilefrina HCl vs pseudoefedrina HCl

La fenilefrina HCl è un tipo di farmaco che viene utilizzato come decongestionante per dilatare le pupille, aumentare la pressione sanguigna e alleviare le emorroidi. La pseudoefedrina HCl è un farmaco che viene utilizzato come farmaco simpaticomimetico. La principale differenza tra fenilefrina HCL e pseudoefedrina HCl è che la fenilefrina HCl ha un’affinità primaria solo per i recettori alfa-adrenergici, mentre la pseudoefedrina HCl ha affinità sia per i recettori alfa che beta-adrenergici.

Riferimento:

1. “Uso, dosaggio ed effetti collaterali della pseudoefedrina.” Drugs.com.

Immagini di cortesia:

1. “Fenilefrina V1 Formula Strutturale” Di Jü – Opera propria (di dominio pubblico) tramite Commons Wikimedia
2. “Confronto di efedrina pseudoefedrina S,S“Di Testem – Opera propria (CC0) tramite Commons Wikimedia